Crea sito
Courenta Val Po  
Home


Origine: Valle Po (Cuneo - Italia)

Danze della Val Po
Il recupero dei balli della Val Po è stato difficoltoso in quanto pare non esistano notizie storiche.
Il gruppo “Balerin del bal vei”, grazie alla testimonianza di persone anziane, è riuscito a salvare nove danze tradizionali su dieci: è quindi merito suo se ora le possiamo ballare.
Le zone di riferimento sono la Valle del Croesio di Paesana e una frazione di Sanfront, la Comba Albetta; in quest’ultima località, tutte le persone sapevano ballare le danze locali che, in particolare, animavano la festa della patrona, Sant’Agata.
Poiché le due vallette si uniscono a Pian Pilone, collegato con la Val Varaita (Vallone di Gilba), è probabile che i balli della Val Po abbiano avuto origine dalle danze di quella zona; nel tempo, tuttavia, hanno avuto una loro evoluzione che ha dato luogo ad un passo unico e peculiare, difficile da eseguire anche per lo speciale “gueddo” (ritmo) che lo caratterizza.
I nove balli riguadagnati alla memoria sono: la Giga, la Bourea, ‘l Balet, la Courenta sembia, la Courenta baratuira, l’Spousin, la Tola, l’Inglesa, la Tersa; del decimo, la Countrodansa, si conosce l’esistenza, ma non è stato possibile effettuarne la ricostruzione.

Fonte: La Meiro



Esecuzione

Courenta sembia
Ballo presente in tutte le vallate.
Viene effettuato a coppie disposte in cerchio, con un numero illimitato di danzatori.
In Val Po si esegue una particolare meiro (camminata), a metà della quale i ballerini interrompono un attimo la camminata.
Si procede per due volte con balà con il passo tipico della Val Po e virà e si ricomincia con la meiro.

                           


Video

 

 



Musica

musica
Courenta de la val Po - download

 

tef pdfCourenta de la val Po - Tradizionale

Procedura per salvare i file: Clic destro > Salva oggetto con nome

Fonte: http://www.diatonia.net/home.html

 

 

  Home Ultimo aggiornamento 30-11-2016