Crea sito
L'aze d'alegre  
Home


asinoOrigine: Sambuco ( Valle Stura - CN)


L'AZE D' ALEGRE

"L'aze d'alegre" non è chiaro cosa significhi, ma si pensa che la "d'" sia eufonica per cui il significato sarebbe "l'aze alegre" (l'asino allegro).
La canzone è stata raccolta a Sambuco, ma pare probabile che il canto provenga dall’Occitania.
Si ricordano comunque testamenti dell’asino, come di altri animali domestici, che risalgono all’epoca medioevale. Avevano un significato rituale: la partizione del corpo, che continua ad esistere grazie alla donazione degli organi vitali a chi ne può ancora fare uso.

Esistono altre versioni:

  • L’asu ’d Vignun ( nell'area piemontese)
  • L’asu ’d la rugna (nel Monferrato)

La musica ha il tempo di polka (2/4).



Lou Dalfin nel 1984 la inseriscono nel loro disco:

l'aze d'alegre



Testo

OCCITANO ITALIANO


L'aze d'alegre

L'aze d'alegre fai testament
L'aze d'alegre fai testament
laìsa la vita per fà 'n counvent
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

Laisa las aouréias ai pàouri chornh
Laisa las aouréias ai pàouri chornh
coura aouvìan, aouvìan tan da lonh
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

Laisa las chambas ai pàouri sop
Laisa las chambas ai pàouri sop
coura courìan, courìan aou galop
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

Laisa l'uéies ai pàouri bornh
Laisa l'uéies ai pàouri bornh
coura veìan, veìan tan da lonh
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

Laisa l'ouòsses ai pàouri chan
Laisa l'ouòsses ai pàouri chan
coura mourdian, fazìan am, am, am!
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

Laisa la coua ai cuzinìer
Laisa la coua ai cuzinìer
para las mouòisas dai poutagìer.
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun


L'asino allegro

L'asino allegro fa testamento
L'asino allegro fa testamento
lascia la vita [la schiena?] per fare un convento
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

Lascia le orecchie ai poveri sordi
Lascia le orecchie ai poveri sordi
quando sentivano, sentivano tanto lontano
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

Lascia le gambe ai poveri zoppi
Lascia le gambe ai poveri zoppi
quando correvano, correvano al galoppo
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

Lascia gli occhi ai poveri ciechi
Lascia gli occhi ai poveri ciechi
quando vedevano, vedevano tanto lontano
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

Lascio le ossa ai poveri cani
Lascio le ossa ai poveri cani
quando mordevano, facevano "am am am"
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

Lascio la coda ai cucinieri
Lascio la coda ai cucinieri
scaccia le mosche dai fornelli
e levrin e levroun, toun toun
e levran da Lioun e levrin e levroun

 

Molto suggestivo anche leggere le parole in lingua occitana. Una lingua che ti riporta indietro di mille anni.
Il ritornello "e levrin e levroun ecc." è una serie di sillabe più o meno casuali, tipiche di tante musiche tradizionali in tutto il mondo. Un po' come il "marcondirondirondello" della nota filastrocca (o i "ravanei remulas barbabietul e spinas" di "La bella la va al fosso", canzone popolare lombarda).                     


Video

 

Arianna Roselli (canta) - - Rosalinda Roselli (canta e suona la Ghironda)



Musica

musica
L'aze d'alegre - download

 

tef pdfL'aze d'alegre - (Poulko) - Tradizionale di Sambuco in Valle Stura

Procedura per salvare i file: Clic destro > Salva oggetto con nome

Fonte: http://www.diatonia.net/home.html

 

 

  Home Ultimo aggiornamento 2-01-2017