Crea sito
Mazurka de
Sant-Andiou
 
Home


charloun_rieuOrigine: Francia

LA MAZURKA DE SANT-ANDIOU (La Mazurka di Saint-Andiol) di Charloun Rieu (1845-1924).
Charloun RIEU, era del Paradou. Pioniere della canzone occitana moderna e militante, percorreva, pedibus calcantibus, senza sosta, le Alpilles e la Crau per diffondere la lingua occitana e deliziare con le sue canzoni « i pastori e i contadini », secondo i precetti di F. Mistral.
Rimane oggi l’autore delle canzoni più famose della Provenza del Rodano. La San Vincenzo, sagra paesana di Saint Andiol, che C. Rieu canta qui, radunava, il 21 gennaio, la gioventù dei dintorni. E' per San Vincenzo che venivano eletti gli abati della gioventù, re dei giovani che organizzavano le feste e commandavano a volte anche i paesi durante il tempo di Carnevale. Gli strumenti musicali citati nei ritornelli, componevano spesso il complesso da ballo, in Provenza, all’inizio del secolo.

Occitano Italiano

La Mazurka de Sant-Andiòu

I platano
de la plano
Nous counvido Sant-Vincèns
Que de chanço
pèr la danso
Vèn de s’abauca la tremountano.
La plouvino
se devino
Pèr aniue lou fre cousènt,
En cadènci
emé sciènci,
Dansaren d’acord tóutis ensèn.

Au son dous di clarineto,
Di flutèu e diu vióuloun,
Li jouvènt, li chatouneto,
Venès lèu di liuen valoun,
Lou vènt s’a toumba li fueio
I viéis óume di draiòu,
La mazurka desenueio
Dins lou bos de Sant-andiòu.


En renguiero,
De Verquiero,
Coume de pijoun ramié,
A grand dèstre,
Pèr lèu i’estre
Fasènt vougueja si lambrusquiero,
Vers li pibo
Sènso gibo
Di valat plen à demié,
Au bouscage
Dóu vilage,
Eli, ié saran li bèu proumié.

Au son dous di clarineto,
Di flutèu e diu vióuloun,
Li jouvènt, li chatouneto,
Venès lèu di liuen valoun,
Lou vènt s’a toumba li fueio
I viéis óume di draiòu,
La mazurka desenueio
Dins lou bos de Sant-Andiòu.

De Cabano
li mai crano
Davalaran mai que d’un
Pèr la fèsto
Longo vèsto,
Lusènt soulié prim, braio de lano,
Plen de joio
E de voio,
Oublidaran si plantun
De vióuleto,
Frescouleto,
Quand n’auran soun fres bouquet cadun.

Au son dous di clarineto,
Di flutèu e diu vióuloun,
Li jouvènt, li chatouneto,
Venès lèu di liuen valoun,
Lou vènt s’a toumba li fueio
I viéis óume di draiòu,
La mazurka desenueio
Dins lou bos de Sant-Andiòu.

La Mazurka di Saint-Andiol

Ai platani
della pianura
c’invita San Vincenzo.
Che fortuna
per la danza,
è caduta la tramontana.
La gelata
si annuncia,
per stanotte il freddo sarà pungente.
In cadenza
come scienza
danzeremo d'accordo tutti insieme.

Al dolce suono del clarinetto,
dei flauti e del violino,
ragazzi e ragazze
venite presto dalle lontane vallate.
Il vento ha fatto cadere le foglie.
I vecchi uomini dei sentieri
la Mazurka rallegra,
nel bosco di Saint Andiol.

In fila,
quelli di Verquières,
come dei colombacci,
a grandi passi
per arrivare presto,
Facendo svolazzare il loro frustino,
Verso i pioppi
lisci senza gobbe
di un torrente pieno a metà.
Nei boschi
del paese
Arriverano tra i primi.

Al dolce suono del clarinetto,
dei flauti e del violino,
ragazzi e ragazze
venite presto dalle lontane vallate.
Il vento ha fatto cadere le foglie.
I vecchi uomini dei sentieri
la Mazurka rallegra,
nel bosco di Saint Andiol.

Da Cabannes,
i più fieri
arriveranno numerosi,
per la festa,
giacca lunga,
scarpe lucidate,
pantaloni di lana.
pieni di gioia
e di voglia.
Dimenticheranno i loro campi,
di violette
fresche
ciascun di loro avrà il suo mazzetto.

Al dolce suono del clarinetto,
dei flauti e del violino,
ragazzi e ragazze
venite presto dalle lontane vallate.
Il vento ha fatto cadere le foglie.
I vecchi uomini dei sentieri
la Mazurka rallegra,
nel bosco di Saint Andiol.




Esecuzione

Posizione di partenza: a coppie in cerchio direzione antioraria. Cavaliere all'interno alla sx della Dama, la sua posizione è un po' arretrata. Il Cavaliere prende con la mano dx la mano dx della Dama all'altezza della spalla e con la sx la sx della Dama all'altezza del petto.

Parte A

  • Si inizia con il piede sx.
  • Si parte con tre terzine a tempo di valzer, la quarta terzina è sul posto per il Cavaliere, mentre la Dama esegue un giro antiorario che il Cavaliere propizia alzando il braccio dx.
  • Questa fase va ripetuta 4 volte. Poi il tempo da valzer diventa mazurka.

Parte B

Per il Cavaliere

  • Quattro terzine per quattro volte
  • Piede sx appoggia aprendo a sx (il Cavaliere che era in posizione arretrata si trova adesso allineato alla Dama), spostamento del peso sul piede dx e sollevamento sul piede dx.
  • Il sx incrocia dietro, dx allarga a dx e sx accosta
  • Piede dx appoggia a dx, sposto il peso sul sx, sollevamento sul piede sx
  • Il dx incrocia dietro, sx allarga a sx e dx accosta
  • Il sx è libero ed è pronto per cominciare un'altra frase.

Per la Dama

  • Sx appoggia aprendo poco a sx, peso su dx, sollevamento su dx
  • Sx, dx, sx sul posto
  • Dx apre a dx, peso su sx, sollevamento su sx
  • Dx, sx, dx sul posto
  • Il sx è libero ed è pronto per cominciare un'altre frase

Nota

  • Per sincronizzare i sollevamenti il Cavaliere abbassa la mano sul 1 della prima e terza terzina, in modo da scandire bene il tempo.
  • Quando Cavaliere e Dama, effettuando le terzine con il sollevamento si trovano affiancati, si devono guardare.

Tratto da: "Schede di balli occitani" - ARCI ZETA Chivasso (TO)



Video:

Associazione Incontrodanza di Sommariva bosco

Musica

musica
Mazurka de Sant Andiòu - download

 

tef pdfLa mazurka de Sant-Andiòu - Charloun RIEU

Procedura per salvare i file: Click destro > Salva oggetto con nome

http://www.diatonia.net/home.html

 

 

Home